Cornacchia World Cup

Quando la Domovip Porcia fu promossa in Serie A

Nel 2015, al termine di una stagione memorabile con sole giocatrici locali, la Domovip Porcia fu promossa in Serie A2.
Palestra di Porcia durante la promozione della Domovip in A2 nel 2015

Negli anni ’70 la pallavolo si giocava sull’asfalto, all’aperto.

Eravamo una delle tante associazioni sportive degli anni ’70 nate in oratorio, basate sul volontariato: grande passione e poca competenza; tanto entusiasmo, pochissima (o nessuna) attrezzatura; molte persone coinvolte, pochi soldi; tanti ideali, pochissimi campi da gioco. Eravamo una società sportiva che si occupava di calcio e pallavolo, quando la pallavolo significava uno sport giocato su asfalto, all’aperto, in attesa che negli anni venisse costruito un palazzetto e in cui difficilmente c’era un campo da pallavolo regolare (per non parlare dell’altezza o della bassezza, scegliete voi). Non c’erano nemmeno i soldi per comprare nuovi palloni o mute e attrezzature sportive. Anni difficili per molte famiglie. Anni in cui molti non potevano nemmeno permettersi di pagare una quota per l’iscrizione dei loro numerosi figli e figlie in un qualsiasi Club. Infatti, le società sportive non le facevano pagare. D’altronde anche gli allenatori e gli animatori prestavano i loro servizi gratuitamente.

Negli anni ’80 la Polisportiva San Giorgio fondò un torneo di pallavolo: Cornacchia World Cup.

Anche quando la San Giorgio iniziò ad organizzare un torneo per commemorare il suo fondatore Ferruccio Cornacchia, negli anni ’80, lo fece spendendo il meno possibile. Nelle prime edizioni del torneo, realizzato per le società affiliate al CSI, le atlete e dirigenti venivano ospitate nelle famiglie degli iscritti della polisportiva. Pochi soldi, ma tanta solidarietà e voglia di partecipare. Il torneo è così cresciuto di anno in anno, nei tempi giusti, dandoci la possibilità di acquisire quelle competenze necessarie, quei rapporti indispensabili per farlo diventare un grande evento. Da piccolo torneo è diventato “il” torneo internazionale, la Cornacchia World Cup.In questa continua crescita, che ha fatto diventare realtà quello che sembrava soltanto un sogno, ci siamo convinti, noi idealisti, noi sportivi puri e squattrinati, che qualsiasi cosa fosse possibile e realizzabile, che nulla poteva essere proibito, profondendo il giusto impegno ed energia. Se questo però ha funzionato per il torneo, purtroppo non ha funzionato per l’attività agonistica della nostra prima squadra.

Nel 2015 la Domovip Porcia fu promossa in Serie A2

Tuttavia, se questo ha funzionato per il torneo, purtroppo non ha funzionato per l’attività competitiva della nostra prima squadra. Nel 2015, al termine di un progetto sportivo unico con solo atlete locali, la nostra prima squadra Domovip Porcia ottiene un’incredibile e meritata promozione in A2. Purtroppo abbiamo dovuto rinunciare alla categoria, per mancanza dei fondi necessari. Una doccia fredda e un risveglio atroce dai nostri sogni. Abbiamo infatti scoperto che il nostro budget non era assolutamente sufficiente per affrontare il grande palcoscenico della pallavolo italiana. Le nostre vane richieste di aiuto, anche alle istituzioni, sono rimaste inascoltate e, alla fine, la serietà ha voluto che il San Giorgio rinunciasse a quella promozione, che aveva rappresentato per tutta l’Italia la possibilità per chiunque di poter raggiungere solo i massimi livelli. per meriti e capacità. Non lo era e non lo è.

Abbiamo rinunciato alla categoria, dovendo ricominciare da capo.

Avendo rinunciato alla categoria, abbiamo dovuto ricominciare da zero, dal basso. In questo momento (2021) la nostra prima squadra gioca nel campionato di Serie C, con atlete cresciute nelle nostre giovanili. Ogni tanto ci capita di riflettere sulla promozione pensando che forse sarebbe stato meglio perdere i play off e restare così nella serie B1. Ma, da sportivi puri, come si poteva chiedere ad atlete e staff di non dare il massimo, di non giocare per vincere o, peggio, di giocare per perdere? Anche per il torneo Cornacchia abbiamo registrato alti e bassi, sempre alle prese con ristrettezze economiche, ma siamo riusciti sempre a far fronte a tutti gli impegni necessari e il grande successo dell’evento, rinomato oramai in tutto il mondo, ci ha permesso di superare qualsiasi ostacolo. Ecco, noi siamo così. Siamo rimasti vecchi (e giovani) sportivi, pieni di ideali, di entusiasmi mai sopiti, con voglia di conoscere, di incontrare, di fare dello sport l’occasione di crescita umana. Restiamo “squattrinati” ma sempre ricchi di sogni.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email
Vuoi partecipare ad un grande torneo di pallavolo?

Iscriviti alla Cornacchia World Cup

Register to our mailing list

28 May - 02 June 2021

28-30 December 2021

15-18 April 2022

Iscriviti alla nostra mailing list

28 Maggio - 02 Giugno 2021

28-30 Dicembre 2021

15-18 Aprile 2022

Questo sito web utilizza i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web.